7 motivi per cui Google Assistant non può battere Siri su iPhone ✅ QUEEN MOBILE
Cerca
Filtri generici
0
Il carrello è vuoto

7 motivi per cui Google Assistant non può battere Siri su iPhone

714
10/09/2020

Google ha rilasciato Google Assistant per iPhone poche settimane fa. Questo è un passo importante per il gigante della ricerca, dopo aver annunciato alla conferenza I/O di Google dello scorso anno che il suo assistente virtuale sarebbe stato offerto esclusivamente sui suoi telefoni Google Pixel.

Sembra una strategia interessante, quella che Apple segue da anni, che consiste nel differenziare l'hardware di Google dagli altri offrendo una funzionalità 'killing' come l'esclusivo Google Assistant sui Pixel. Tuttavia, come ha sottolineato Ben Thompson, Google sembra aver cambiato rapidamente idea e sono passati a un'altra mossa.

E come hai visto, Google Assistant è ora disponibile su molti altri telefoni Android e persino un sistema operativo considerato un rivale di Google, iOS, ha Assistant.

Vedi anche: Cose emozionanti che l'evento Google I/O 2017 ha portato su iOS

Google Assistant è attualmente disponibile per il download solo sull'App Store statunitense e, non a caso, ha ricevuto recensioni entusiastiche dagli utenti. Sfortunatamente, nonostante quelle recensioni entusiastiche, ci sono alcuni motivi per cui Google Assistant non può battere Siri su iPhone.

Perché l'Assistente Google non può battere Siri su iPhone

Ecco alcuni motivi per cui l'Assistente Google non può battere Siri su iPhone:

1. Non preinstallato su iPhone

A differenza di Siri, dovrai ottenere l'Assistente Google dall'App Store. In effetti, se sei fuori dagli Stati Uniti, avrai difficoltà a scaricare (devi cambiare la regione del tuo ID Apple o accedere con un ID USA).

2. Impossibile tenere premuto il pulsante Home per chiamare l'Assistente Google

Devi aprire l'app dell'assistente dalla schermata iniziale o utilizzare il widget nel centro notifiche per poter richiamare l'assistente sul tuo iPhone, il che significa che puoi usarlo solo dopo aver sbloccato il tuo iPhone. . A differenza di Siri integrato in iOS, puoi chiamarlo quando vuoi purché il tuo dispositivo abbia una connessione di rete.

3. Non è possibile dire "OK Google" per chiamare rapidamente l'assistente

A differenza di Siri, non puoi utilizzare l'Assistente Google su iPhone dicendo "Ok Google" come "Ehi Siri". Devi toccare l'icona del microfono dell'Assistente Google affinché inizi ad ascoltare i tuoi comandi oppure tu se l'app è in esecuzione sul desktop puoi utilizzare il comando "Ok Google", ma questo causa problemi di inconveniente.

4. Non profondamente integrato nel sistema

Non puoi chiedere all'Assistente Google di fare cose interessanti come attivare o disattivare il Wi-Fi, attivare la modalità aereo, scattare foto, ecc. Se chiedi all'Assistente in questo modo, ti dirà rapidamente che non può. Wi-Fi su iPhone.

assistente google vs siriassistente google vs siri

5. Fai un ulteriore passo per effettuare una telefonata, inviare un messaggio di testo, ecc.

Se vai alla pagina dell'App Store dell'Assistente Google, probabilmente sarai felice di poter effettuare chiamate, inviare messaggi di testo, inviare e-mail... utilizzando l'Assistente, ma sfortunatamente è necessario un passaggio in più per inviare un messaggio o effettuare una chiamata.

6. Nessuna integrazione con app di terze parti

L'Assistente Google è integrato con le app di Google. Quindi, se hai installato Google Maps sul tuo iPhone, puoi chiedere all'Assistente indicazioni stradali e si aprirà l'app Google Maps per darti indicazioni sulla mappa.

Sfortunatamente, non puoi chiamare altre app di terze parti con l'Assistente Google allo stesso modo o come puoi con Siri. Quindi non puoi chiedere all'assistente di chiamare un Uber per raggiungere l'aeroporto, ma invece ordinerà un taxi per te utilizzando l'app Uber.

La buona notizia è che Google sta pianificando di integrare Assistant con app di terze parti.

7. Non funzionerà come Siri nella tua auto

Se sei abituato a utilizzare Siri con un pulsante in macchina, non potrai fare lo stesso con l'Assistente Google.

Ora vedrai l'Assistente Google come paralizzato su iPhone. Per essere onesti con Google, ciò è dovuto alle restrizioni che Apple impone alle app. Sono sicuro che tutti gli utenti di Google e iPhone adoreranno vedere che Apple consente agli utenti di impostare le proprie app predefinite in iOS 11 in modo che le app di terze parti come Google Assistant possano funzionare più agevolmente su iPhone.

Google Assistant non è l'applicazione che ucciderà Siri su iPhone, ma penso che in futuro Apple molto probabilmente perderà un gran numero di clienti disposti a cambiare piattaforma del sistema operativo per le loro nuove funzionalità. l'app funziona meglio su uno smartphone Android.

Cosa ne pensi di questo argomento? Ti divertirai ancora con Google Assistant sul tuo iPhone con queste limitazioni?

Etichetta: 7 motivi per cui Google Assistant non può battere Siri su iPhone,ASSISTENTE,Google Assistant,Siri

risposta

La tua email non verrà mostrata pubblicamente.